2014-07-13 17.16.55

Una corte di un monastero… un luogo di silenzio, di meditazione, di riflessione… Non per chiudersi in se stessi, ma per aprire nuovi orizzonti alla propria vista… alla vista degli uomini… Sarà perché nella città moderna non ci sono più cortili, che, nell’apparente larghezza delle strade, fioriscono inquietanti chiusure mentali?